Eurostat, le donne vivono più a lungo rispetto agli uomini, ma diminuiscono gli anni vissuti in buona salute

Eurostat, le donne vivono più a lungo rispetto agli uomini, ma diminuiscono gli anni vissuti in buona salute

07/02/2019

Nei giorni scorsi sono stati pubblicati i dati Eurostat sulla speranza di vita alla nascita e su quanti di questi anni si vivono in buona salute. Il dato più significativo è che le donne vivono più a lungo rispetto agli uomini, ma la percentuale di anni vissuti in buona salute è inferiore. L'Italia si posiziona terza nella UE 28 per quanto riguarda gli uomini ma solo settima per le donne.

L'aspettativa media di vita alla nascita di una donna europea nel 2016 era di 83,6 anni e quella degli uomini di 78,2 anni ma se consideriamo gli anni che donne e uomini possono sperare di vivere senza limitazioni e con una salute accettabile, vediamo che la forbice si restringe con un totale di 64,2 anni in buona salute per le donne e 63,5 anni per gli uomini, pari rispettivamente al 76,8% e all'81,2% della durata della vita.

In Italia, gli uomini hanno un'aspettativa di vita in buona salute di 67,6 anni (83,4% della durata della vita) mentre le donne 67,2 anni (78,5% della durata della vita). Sempre comunque sopra la media Ue. Questo nonostante per aspettativa di vita alla nascita l'Italia sia nel 2016 la seconda dopo la Francia per le donne (85,6 anni contro 85,7) e la prima per gli uomini (81 anni).

Il paese dell'Ue con il maggior numero di anni di vita in buona salute nel 2016 sia per le donne che per gli uomini è la Svezia (73,3 anni per le donne e 73 per gli uomini). La Lettonia, invece, si posiziona alla fine della classifica con 54,9 anni di vita in buona salute per le donne e 52,3 per gli uomini.

Il numero di anni di vita in buona salute alla nascita nel 2016 era più alto per le donne che per gli uomini in 20 Stati membri, con una differenza tra i sessi in genere relativamente piccola. All'interno di questi paesi vi erano 4 Stati membri in cui il divario era superiore a 3 anni: Bulgaria (+3,5 anni), Estonia (+4,6 anni), Lituania (+3,2 anni) e Polonia (+3,3 anni). Tuttavia, vi erano sette paesi in cui il numero di anni di vita in salute per le donne era inferiore a quello degli uomini, con le maggiori differenze registratesi nei Paesi Bassi (-5,0 anni), Lussemburgo e Portogallo (-2,5 anni) e Finlandia (-2,1 anni).

L'aspettativa di vita alla nascita per le donne nel 2016 era compresa tra 78,5 anni in Bulgaria e 86,3 anni in Spagna; una differenza di 7,8 anni. Un confronto simile per gli uomini mostra che il più basso livello di aspettativa di vita nel 2016 è stato registrato in Lituania 69,5 anni e il più alto in Italia 81,0 anni: una differenza di 11,5 anni.

Torna alle notizie