PUBBLICAZIONI: Contromano N.43

Contromano N.43

Marzo - Aprile 2020

In momenti come questo è difficile trovare le parole giuste, quelle necessarie per spiegare ai nostri cari che la lontananza di oggi è necessaria per tornare ad abbracciarci domani. La parola forse più appropriata è “turbamento”: il termine che oggi ricorre più frequentemente in ciascuno di noi. Tutto quello che vediamo succedere attorno ci lascia turbati e ci costringe a cambiare vita, modificando in tutto o in parte abitudini, comportamenti, relazioni. Un turbamento e un sacrificio delle nostre libertà, che molti, e certamente i nostri figli, non hanno mai conosciuto. Forse solo i più anziani possono, attraverso una preziosa memoria, aiutarci per impedire che il sacrificio unito a un'umanissima paura sfoci nell'angoscia della solitudine.

Quel turbamento che ci assale, però, ci ricorda che anche nei momenti più difficili, quelli che precedono la fine di tutto ciò per cui si è vissuto fino a un certo punto, quelli del buio più totale, si può intravedere la speranza, prima fievole e poi straordinariamente luminosa, quella che può darci il senso di un nuovo cammino. È in questa visione che quel turbamento pervasivo e insinuante si può via via affievolire grazie alla consapevolezza che esso è solo una transizione, un passaggio da un prima a un dopo che verrà. Noi come CISL, come Fnp, nei nostri limiti, siamo accanto a ciascuno dei nostri pensionati, dei nostri anziani, nella consapevolezza che “per arrivare all'alba non c'è altra via che la notte”. Allora prepariamoci a uscire da questa situazione, non come prima, ma meglio di prima, per dare forza ai nostri valori di fondo: le persone, il lavoro, il bene comune, e soprattutto per tornare a fare i nonni.

Scarica Contromano N.43

Torna alle pubblicazioni