Fnp Lazio

Il 25 novembre la Cisl in piazza Santi Apostoli a Roma

"Il 25 novembre la Cisl in piazza Santi Apostoli a Roma

La mobilitazione nazionale è stata indetta con lo scopo di migliorare la manovra finanziaria in discussione in Parlamento e anche per andare oltre la contingenza, per traguardare alla definizione di un nuovo Patto sociale.

Affermeremo nuovamente con il nostro agire la forza e l'orgoglio di un sindacato libero, responsabile, autonomo dalla politica, pragmatico, concertativo e contrattuale.

Nelle società complesse e moderne il nostro sindacato è quello giusto, quello adatto ai tempi moderni, fatto di relazioni, ricerca di confronti e assunzioni di decisioni responsabili volte tutelare al meglio gli interessi degli associati e più in generale dei cittadini.

La questione in campo infatti, è quella dell’affermazione nel Paese di un modello sindacale quale quello nostro, della Cisl, autonomo dai partiti, contrattuale e pragmatico, da quello antagonista, conflittuale e ideologico di altri.

La scarsa partecipazione dei lavoratori al presunto sciopero generale indetto da due confederazioni è la riprova che lo strumento messo in campo non era adeguato rispetto alle modifiche da apportare alla manovra finanziaria, che debbono essere messere in relazione alle poste di bilancio, fortemente vincolate dall’enorme debito pubblico del Paese e dal basso prodotto interno lordo.

Con la manifestazione di sabato prossimo vogliamo in primo luogo, chiedere al Governo di superare, in merito alla flessibilità in uscita dal mondo del lavoro, le penalizzazioni introdotte su quota 103, le restrizioni su Ape Sociale e Opzione Donna, i tagli alle rendite pensionistiche dei lavoratori degli enti locali, dei sanitari, degli insegnanti di asilo e di scuole elementari parificate, degli ufficiali, aiutanti e coadiutori giudiziari.

Non solo, torneremo a chiedere di detassare le tredicesime di lavoratori e pensionati e la piena perequazione di tutti gli assegni pensionistici anche quelli medio alti, perché anch’essi vengono depauperati dall’inflazione.

Bisogna altresì, aumentare gli investimenti sulla Sanità per rilanciare la medicina territoriale, azzerare le liste di attesa, sbloccare le assunzioni e finanziare la legge sulla non autosufficienza per aiutare anziani, e persone fragili ormai ai margini della società e del welfare.

Infine, lanceremo la sfida al Governo ed a tutte le parti sociali ed imprenditoriali di definire insieme un moderno patto sociale atto a rilanciare concrete politiche di crescita e di sviluppo insieme ad un welfare adeguato all’invecchiamento della popolazione, alla denatalità ed alle famiglie.

 

Pompeo Mannone
Segretario Generale Fnp Cisl Roma Capitale e Rieti

23/11/2023

Condividi l'articolo su: