La speranza, l’antivirus in grado di far sorgere l’arcobaleno. Presentazione 22 febbraio. Interventi: Zuppi, Ragazzini, Baroni, Cavalletti

La speranza, l’antivirus in grado di far sorgere l’arcobaleno. Presentazione 22 febbraio. Interventi: Zuppi, Ragazzini, Baroni, Cavalletti

16/02/2021

Lunedì 22 febbraio 2021, ore 11.00

 

DIRETTA STREAMING Pagina Facebook FNP CISL EMILIA ROMAGNA @FNPCISLER
e visibile alla pagina facebook Anteas Servizi EmiliaRomagna 

Partecipano: Matteo Maria Zuppi, Cardinale Arcivescovo di Bologna; Piero Ragazzini, Segretario generale nazionale Fnp Cisl; Loris Cavalletti, Segretario generale Fnp Emilia Romagna; Marisa Baroni, Anteas Ferrara.Coordina: Mattia Cecchini, Caporedattore Agenzia DIRE

Sarà presente l'autore, Fausto Cuoghi. Regia di Giorgio Diritti.

La pandemia nei racconti degli uomini e delle donne con i capelli bianchi.

Le testimonianze raccolte in questo libro descrivono come hanno vissuto e come hanno reagito le persone più anziane alla privazione dei contatti umani, a situazioni sanitarie drammatiche, alla paura per la morte che passa vicino e all'amarezza per la lontananza obbligata di figli e nipoti. Nei racconti proposti si ascolta la voce del cuore degli anziani, il suono delle loro parole che si trasformano in immagini e la barriera costruita contro un nemico invisibile che piega nel fisico e nella mente.

La cancellazione improvvisa dei contatti sociali per contenere il contagio da corona virus e l’invito a restare a casa ha prodotto una forma di restrizione che gli esperti chiamano “distanziamento” o “isolamento” sociale. L’isolamento forzato ha creato serie difficoltà soprattutto nella popolazione anziana costretta a rinunciare anche a piccole libertà. 
Le testimonianze su come i vecchi hanno vissuto e reagito alla privazione dei contatti umani mostrano situazioni drammatiche, la paura per la morte che passa vicino, l'amarezza per la lontananza obbligata dagli affetti dei familiari. Nei racconti narrati ascoltando la voce del cuore, talmente descrittivi da trasformare le parole in immagini, reagiscono al nemico invisibile che vorrebbe piegarli nel fisco e nella mente.
Per affrontare questa sfida individuano nel Dna della “comunità” l’antivirus in grado di fare sorgere l’arcobaleno dopo la tempesta. Inoltre, dimostrando straordinarie doti di creatività e lungimiranza, indicano le linee guida per disegnare una società migliore, maggiormente inclusiva e con particolare attenzione per uomini e donne con i capelli bianchi. 

La speranza ha i colori dell'arcobaleno, Edizioni Lavoro

 

Torna alle notizie