Mobilità intelligente e sostenibile, ecco la strategia dell'Europa

Mobilità intelligente e sostenibile, ecco la strategia dell'Europa

28/12/2020

La Commissione europea ha presentato la Strategia per una mobilità intelligente e sostenibile finalizzata a guidare la trasformazione verde, digitale e resiliente del sistema dei trasporti dell'Ue.

La strategia, fondata su un piano di azione con 82 iniziative, fissa precise tappe da raggiungere entro il 2030, il 2035 e il 2050, in linea con il Green deal europeo che prevede che entro il 2050 si arrivi ad una riduzione del 90% delle emissioni.

I tre pilatri sui cui si fonda l'azione sono quelli della sostenibilità dell'intelligenza e della resilienza.

Rendere sostenibili i trasporti significa, tra le altre cose, promuovere la diffusione di mezzi di trasporto di merci e di persone a emissioni zero e di combustibili rinnovabili; significa costruire porti e aeroporti via via a emissioni zero e aumentare la sostenibilità urbana e interurbana con l'intensificazione del traffico ferroviario ad alta velocità e di infrastrutture ciclabili.

L'intelligenza nella mobilità si fonda su innovazione e digitalizzazione e sul potenziamento delle agevolazioni e delle semplificazioni che le tecnologie digitali applicate ai trasporti potranno comportare.

La resilienza si raggiunge infine rafforzando il mercato unico, rendendo la mobilità più equa e giusta per tutti e aumentando la sicurezza dei trasporti.

Tra i goals da raggiungere entro il 2030 si stima che, lavorando congiuntamente in accordo con il piano di azione si arrivi ad aumentare in maniera importante le automobili a emissione zero e il numero delle città a impatto climatico zero, a sviluppare prepotentemente il traffico ferroviario ad alta velocità e ad avviare la trasposizione sul mercato di navi a zero emissioni. Per l'implementazione di aeromobili a zero emissioni si avrà tempo sino al 2035.

Entro il 2050, tra le altre cose, quasi tutti i veicoli nuovi saranno a zero emissioni e si stima un raddoppiamento della rete ferroviaria.

In occasione della presentazione della strategia il Vicepresidente esecutivo per il Green deal europeo, Frans Timmermans, ha sottolineato la necessità che, per un'Europa verde, si operi una importante tendenza al ribasso delle emissioni del settore dei trasporti e che cambi, con una certa sollecitazione, il modo in cui le persone e le merci circolano in Europa.

Torna alle notizie