Nuovo modello di autodichiarazione per gli spostamenti, divieto di mobilità COVID-19

Nuovo modello di autodichiarazione per gli spostamenti, divieto di mobilità COVID-19

24/03/2020

Il modello di autodichiarazione per gli spostamenti è stato modificato sulla base delle nuove disposizioni introdotte dal DPCM 22 marzo 2020 e dall'Ordinanza del Ministro della Salute 20 marzo 2020.
In particolare, l'articolo 1 del DPCM predetto prevede il divieto, per tutte le persone fisiche, di trasferirsi o spostarsi, con mezzi di trasporto pubblico o privati, in un comune diverso rispetto a quello in cui si trovano, se non per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute.

L'articolo 1 dell'Ordinanza del Ministro della Salute 20 marzo 2020 prevede il divieto di accedere a parchi, ville, aree gioco e giardini pubblici nonché il divieto di svolgere attività ludica o ricreativa all'aperto. Nei giorni festivi e prefestivi, nonché in quelli che immediatamente precedono o seguono questi giorni, è vietato ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza.

Gli spostamenti sono consentiti per comprovate esigenze lavorative, o situazioni di necessità o per motivi di salute mentre in detto articolo è soppressa la previsione che consentiva “il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza”.
E' inoltre previsto il divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus COVID-19.

Il modello prevede anche che l'operatore di polizia controfirmi l'autodichiarazione, attestando che essa viene resa in sua presenza e previa identificazione del dichiarante.
In tal modo il cittadino viene esonerato dall'onere di allegare all'autodichiarazione una fotocopia del proprio documento di identità.

Qui di seguito è possibile scaricare il nuovo modello, disponibile on line sul sito del Ministero dell'Interno.

Torna alle notizie