Fnp Sardegna

Sede INPS Nuoro senza nuovo personale. Pensionati Cisl: “Decisione assurda e segnale di nuova fuga delle istituzioni”

01/08/2019

Cresce la preoccupazione delle organizzazioni sindacali per la decisone dell'INPS di non potenziare gli uffici del territorio. Alla protesta delle segreterie territoriali confederali, ieri si è aggiunta quella della Federazione Pensionati Cisl del Nuorese, che in un ordine del giorno votato all'unanimità dal Comitato esecutivo per quello che sembra un nuovo segnale di fuga delle istituzioni dal territorio barbaricino.

I pensionati si sentono i più penalizzati dalla decisione dei vertici INPS di non destinare alla sede di Nuoro nessuno dei nuovi impiegati entrati in servizio il 1° luglio scorso in tutta l'Italia e anche nelle province sarde di Cagliari, Oristano e Sassari.E' semplicemente assurda - dice Remo Sau, segretario generale territoriale dei pensionati Cisl - una politica che determina l'assenza delle istituzioni proprio quando maggiore è la necessità di una loro presenza per combattere lo spopolamento ormai inarrestabile”.

La sede INPS di Nuoro ha bisogno di nuovo personale perché deve rispondere non solo ai circa 40 mila over 65 della provincia nuorese, ma anche interessarsi delle pratiche relative oltre 13 mila ultrasessantacinquenni dell'ex provincia dell'Ogliastra.

Il comitato esecutivo della FNP di Nuoro “Giudica assolutamente offensivo e irrispettoso della dignità e della umana intelligenza definire razionalizzazione la fuga degli apparati dello Stato per un mero calcolo aritmetico, che vede soccombere un popolo per il solo fatto che è quantitativamente minoritario, destinandolo alla scomparsa e immolandolo sull'altare della convenienza economica”.

Torna alle notizie Tutti gli articoli Sardegna