Il BES, questo sconosciuto, doppiamente per i pensionati

22/11/2017

Fra i cittadini italiani in tanti forse conoscono il DEF, ( Documento di Economia e Finanza), un documento di programmazione economia e finanziaria prefissata annualmente dal governo; quasi nessuno, invece, conosce il BES (Benessere Equo e Sostenibile) una tavola composta da 12 indicatori, appunto, del benessere equo e sostenibile sotto ogni aspetto, finalizzata a valutare l'andamento della nostra società non solo dal punto di vista economico, per il quale esiste già il Pil, ma anche sociale e ambientale evidenziando le misure di disuguaglianza e sostenibilità. Dal 2016 il Bes è entrato a far parte del bilancio dello Stato all'interno del Def e per il 2018, con D.L. del 16 ottobre scorso, sono stati adottati i seguenti indicatori di benessere equo e sostenibile:

  1. reddito medio disponibile aggiustato pro capite;
  2. indice di diseguaglianza del reddito disponibile;
  3. indice di poverta' assoluta;
  4. speranza di vita in buona salute alla nascita;
  5. eccesso di peso;
  6. uscita precoce dal sistema di istruzione e formazione;
  7. tasso di mancata partecipazione al lavoro, con relativa scomposizione per genere;
  8. rapporto tra tasso di occupazione delle donne di 25-49 anni con figli in eta' prescolare e delle donne senza figli;
  9. indice di criminalita' predatoria;
  10. indice di efficienza della giustizia civile;
  11. emissioni di CO2 e altri gas clima alteranti;
  12. indice di abusivismo edilizio

Per la valutazione della qualità della vita, come si vede c'è di tutto, persino l'eccesso di peso, manca, come al solito, un seppur piccolo accenno, un riferimento, una miserrima citazione alle pensioni o ai pensionati, una categoria questa che, a leggere la tabella di così facile comprensione, in fatto di importanza e di “peso” economico e sociale sull'Italia di oggi, avrebbe meritato una posizione di primissimo piano, quella che, al contrario, viene puntualmente sbandierata solo quando si tratta di mettervi le mani per procedere ai tagli...Invece - lo sottolineiamo, anche stavolta come al solito – neppure in un documento ufficiale dello Stato, dei Pensionati, nulla di nulla.

Dante Columbro