Gli Speciali FNP: Pensione anticipata, tipologie e requisiti

Gli Speciali FNP: Pensione anticipata, tipologie e requisiti

17/09/2019

A partire dal 2010, dopo la crisi del debito greco, al fine di contrastare la grande recessione ed il processo di invecchiamento della popolazione sul mercato del lavoro, sono stati adottati provvedimenti che hanno inciso in maniera risonante all'interno della materia pensionistica.

L'allungamento della durata media della vita e la condizione dei giovani, che riscontrano sempre maggiori difficoltà nel trovare un lavoro stabile che gli permetta di avere una propria autonomia finanziaria, dovendosi accontentare di carriere frammentate e discontinue, sono fattori che hanno indotto tutti i Governi, dal 2011 (Governo Monti) al Governo attuale (Governo Conte), ad attuare una serie di norme dirette a modificare o integrare la materia previdenziale, non solo allo scopo di condizionare la misura dei trattamenti pensionistici - si pensi ai vari meccanismi di perequazione che si sono susseguiti negli ultimi anni- ma adottando provvedimenti rivolti ad agevolare l'accesso al pensionamento.

Grazie all'accordo firmato il 28 settembre 2016, tra le organizzazioni sindacali di CGIL, CISL e UIL e l'allora Governo Renzi, furono introdotti nuovi strumenti per uscire dal mondo del lavoro, in favore di quei soggetti che si trovano in determinate condizioni personali, familiari e sociali.

I provvedimenti adottati dal legislatore in seguito alla sottoscrizione dell'accordo sono: l'Anticipo pensionistico (APE Sociale e APE Volontario); la Pensione anticipata a favore dei precoci; la Pensione anticipata per i lavoratori addetti a lavori usuranti e l'assegno straordinario a favore dei salvaguardati (8° salvaguardia).

Inoltre, la Legge di Bilancio 2019 n. 145/2018, ha reintrodotto lo strumento dell'Opzione Donna (norma emanata dalla legge n. 243/2004), la quale aveva esaurito i propri effetti alla data del 31 dicembre 2017 e, introducendo nell'ordinamento per il triennio 2019/2021 una nuova forma di flessibilità in uscita dal lavoro, ossia la cosiddetta “Quota 100”.

In questo speciale prendiamo in analisi i provvedimenti in atto per agevolare l'accesso al pensionamento anticipato, valutandone i requisiti e le condizioni necessarie per usufruirne.

Torna alle notizie